Sunny

27°C

Vibo Valentia

Sunny

Humidity: 61%

  • Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2017, 15:55:48.

mileto Cattedrale

di GIUSEPPE CURRÀ

La commozione, la compostezza, il dolore, il pianto e la mesta rassegnazione cristiana, sono questi i sentimenti che hanno prevalso nel corso del funerale di Tiziana Lombardo, la 37enne di Paravati deceduta giovedì sera per cause ancora d’accertare nell’Ospedale “Iazzolino” di Vibo Valentia, a solo tre giorni dalla nascita della sua seconda figlia.

lombardo tizianaLe esequie si sono tenute oggi alle 15 all’interno della Basilica-Cattedrale di Mileto. A presiedere la cerimonia funebre, il direttore della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” padre Michele Cordiano, affiancato dal parroco di Santa Domenica di Ricadi don Carmelo Furchì, dal parroco di Paravati don Francesco Sicari e dal suo predecessore don Pasquale Barone. Nell’occasione, sono stati tanti coloro che hanno voluto rivolgere alla giovane donna l’estremo saluto. Tra questi, molti provenienti da Santa Domenica di Ricadi, luogo dove Tiziana insieme al marito Antonio Libertino abitava e conduceva il B&B “La Casa di Calliope”.

«Una morte improvvisa provoca sempre grande sconcerto - ha affermato nella sua omelia padre Cordiano - porta a domandarci che senso abbia tutto ciò, perché questo venga reso possibile. Tiziana alcuni anni fa si trovava davanti a questo stesso altare in abito da sposa, oggi ne celebriamo il suo funerale. Esimiamoci dal fare ragionamenti fuorvianti e, al contrario, pensiamo che, così come nel caso della risurrezione evangelica, la vittoria sulla morte avviene solo attraverso l’amore. Lo stesso Dio - ha aggiunto - ha permesso che suo figlio morisse. Tiziana ha avuto il tempo di allattare la piccola Giada e di esprimerle tutto il suo amore. Continuerà ad esistere e ad amare i suoi due figli e i propri cari nel cuore di Dio. In un’altra dimensione, ma continuerà a farlo».

L’ultimo saluto dei presenti alla giovane donna di Paravati è stato fatto ormai all’imbrunire davanti al sagrato della cattedrale, con uno scrosciante applauso elevatosi in cielo mentre il carro funebre si accingeva a traportarne la salma verso il locale cimitero. Tiziana lascia il marito, un bambino di 6 anni e la piccola Giada. Nell’aria, il desiderio forte di conoscere, di comprendere... di capirne di più.