Partly Cloudy

20°C

Vibo Valentia

Partly Cloudy

Humidity: 90%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

Guardia costiera nave diciotti soccorso SLIDER

È giunta da poco a Vibo Marina la nave della Guardia costiera “Diciotti” (le immagini si riferiscono ai salvataggi di questi giorni operati dalla Guardia costiera), con a bordo 1251 migranti in prevalenza provenienti dall’Africa subsahariana: tra di loro 218 donne  di cui 14 incinte, 107 minori (anche neonata di due mesi) e la salma di una donna morta per affogamento e che era in attesa di un figlio. 

Un’altra giornata intensa di lavoro, tra gli sguardi disperati di chi continua a cercare speranza sulle coste italiane, per quella che è un’emergenza ormai senza fine. Solo a Vibo, infatti, negli ultimi tre anni si sono registrati oltre 30 sbarchi, gli ultimi con “numeri” che danno l’idea della tragedia che si sta consumando lungo il Canale di Sicilia. E proprio i migranti a bordo della “Diciotti” sono stati recuperati nel corso di diversi interventi effettuati in questi giorni. Sono stati, infatti, oltre 1.200 i migranti tratti in salvo nel Mediterraneo Centrale, in 11 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale operativa della Guardia costiera a Roma, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 8 gommoni e 3 barchini. Alle operazioni hanno preso parte nave Diciotti, assetti del dispositivo Eunavformed e unità di Ong.

Tra i migranti, donne incinte e minori non accompagnati, questi ultimi si fermeranno nel Vibonese, mentre gli altri - dopo le operazioni di identificazione e registrazione – saranno trasferiti nelle altre regioni italiane, per come predisposto dal ministero dell’Interno. Ad effettuare i controlli sanitari i medici del 118, guidati da Antonio Talesa, accertati 34 casi di scabbia, mentre si sospettano tre presunti casi di malaria.

A coordinare le operazioni, la Prefettura che si avvale dell’ausilio delle forze dell’ordine, dei sanitari del 118 e dei volontari della Cri, della Protezione civile e delle associazioni operanti sul territorio. 

Guardia costiera salvataggio migranti