Sunny

27°C

Vibo Valentia

Sunny

Humidity: 73%

  • Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2017, 08:44:11.

Soddisfatto e ottimista. Potrebbe descriversi così Nazzareno Piperno, coordinatore dello Slai-Cobas di Vibo Valentia, all’uscita dalla Prefettura di Vibo Valentia, dopo essere stato, questa mattina, a colloquio con il prefetto Guido Longo. Sotto, ad attendere l’esito dell’incontro, i 14 operai del servizio di raccolta rifiuti di Vibo Valentia, rimasti senza impiego dopo il subentro di una nuova ditta, la Dusty Srl, nella gestione del servizio nel territorio comunale del capoluogo.

operai prefetturaUn colloquio, quello tra il sindacalista ed il titolare dell’Ufficio territoriale del Governo, durato circa mezz’ora, in cui si è discusso della vertenza in corso, e della rivendicazione portata avanti dal sindacato per la piena assunzione di tutti i lavoratori. In cui, tra l’altro, il coordinatore del sindacato di base, accompagnato dal legale, ha avuto modo di consegnare tutta la documentazione relativa alla vertenza in corso, compresa la corrispondenza prodotta in tutti questi anni con le varie aziende che via via si sono succedute.

«Ho avuto modo di incontrare un prefetto disponibile e pratico  - ha commentato al termine dello scambio con il prefetto - e abbastanza determinato ad affrontare questo problema. Prendiamo dunque atto dell’impegno preso di convocare le parti e attendiamo fiduciosi gli sviluppi». Sulla scrivania del prefetto,  è finita anche una particolare proposta avanzata dal sindacato dello Slai-Cobas per assicurare l’occupazione dei lavoratori rimasti senza impiego: recuperare le somme risparmiate dall’offerta al ribasso dell’azienda, ed impegnarle per mantenere i livelli occupazionali così come stabiliti dal famoso accordo siglato nell’accordo dell’agosto 2014. Ora, non resta che attendere le determinazioni del prefetto.