Showers

3°C

Vibo Valentia

Showers

Humidity: 100%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

tribunale nuovo vibo

di GIUSEPPE MAZZEO

Le ultime pagine di questo “Romanzo criminale” alla vibonese le si stanno scrivendo al Tribunale di Vibo Valentia. Tra ieri e questa mattina il pm dell’Antimafia di Catanzaro, Andrea Mancuso, con la sua requisitoria ha condensato tutti gli elementi emersi dalle indagini e soprattutto dal dibattimento chiedendo ai giudici (presidente Lucia Monaco, a latere Giovanna Taricco e Pia Sordetti) di riconoscere la penale responsabilità degli imputati. Di riconoscere che i componenti della famiglia Patania di Stefanaconi e gli uomini e donne a loro vicini - in 14 alla sbarra - sono una cosca di ‘ndrangheta.

Queste le richieste di pena:

Iacopetta Giuseppina 14 anni

Patania Nazzareno 15 anni

Patania Saverio 15 anni

Patania Salvatore 18 anni

Patania Giuseppe 19 anni

Patania Bruno 15 anni

Patania Andrea Nicola 12 anni

Caglioti Cosimo Francesco 16 anni

Caglioti Caterina 12 anni

Lopreiato Francesco 16 anni

Bartalotta Alessandro 14 anni

Figliuzzi Nicola 12 anni

Loielo Cristian 12 anni

Krastl Iliya 2 anni

Nel corso della penultima udienza il Tribunale ha stralciato la posizione di altri due imputati, il luogotenente Sebastiano Cannizzaro e il prete don Salvatore Santaguida, accusati di concorso esterno in associazione mafiosa (il militare anche di falso).

Parti civili nel processo: la Provincia di Vibo, il Comune di Stefanaconi, la Regione Calabria, Sos Impresa, Gerardo Caparrotta, rappresentati dagli avvocati Daniela Fuscà e Rino Rocchetto.

Nel collegio di difesa figurano gli avvocati: Costantino Casuscelli, Sergio Rotundo, Enzo Galeota, Francesco Capria, Antonio Barilaro, Tiziana Barillaro, Salvatore Staiano, Gregorio Viscomi. Toccherà a loro, a partire da domani, discutere e difendere le posizioni dei propri assistiti. Per il fine settimana è prevista la camera di consiglio e dunque la sentenza.