Mostly Clear

13°C

Vibo Valentia

Mostly Clear

Humidity: 92%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

losurdo esulta con mezzatesta

ROYAL TEAM LAMEZIA - COPPA D'ORO 2-1

ROYAL TEAM LAMEZIA: Liuzzo, Fragola, Marrazzo, Leone, Malato, Mezzatesta, Mirafiore, Ierardi, Losurdo, Linza, Bagnato, Fucile. All. Carnuccio.

COPPA D’ORO: Basilici, Sias, Cinti, Stuppino, D’Amico, Mascoli, Scerra, Pettinelli, Papitto, Di Segni, Bennardo. All. Ceccarini.

ARBITRI: Caruso di Messina e Burletti di Ragusa. Crono: Agosto di Paola.

RETI: st 1’06” Losurdo (R), 7’21” Cinti (C), 11’25” Mezzatesta (R).

Vittoria sofferta per la Royal Team Lamezia che, nel match disputato ieri pomeriggio, ha battuto con il risultato di 2-1 l’ottima Coppa D’Oro. Hanno segnato Losurdo e Mezzatesta, ma l’esito del match è dipeso anche dalla prestazione di Tiziana Liuzzo. La Royal, infatti, col duo d’attacco stacca il pass per le semifinali grazie anche alle parate del primo tempo di Liuzzo-saracinesca. Di fronte ad una bella cornice di pubblico - prosegue nella consueta analisi post-gara l’Ufficio stampa della formazione lametina - la Royal Team batte il mai domo Coppa D’Oro e agguanta così le semifinali di stasera contro la formazione del Rambla Padova (3-2 il risultato ottenuto contro il Flaminia). Un primo tempo di grande sofferenza per la Royal entrata in campo tesa e contratta, quasi bloccata dall’emozione di giocare una manifestazione così importante davanti al proprio pubblico. E la Coppa D’Oro non si fa pregare, fin dalle prime battute si mostra più reattiva entrando subito nel match e rischiando di passare più volte. La Royal deve ringraziare il suo super-portiere Liuzzo, che in almeno quattro occasioni tira giù la saracinesca, mostrandosi un portiere di categoria superiore. Nella ripresa mister Carnuccio avrà tranquillizzato le sue ragazze, che rientrano in campo più tranquille e riescono prima ad andare in vantaggio con Losurdo in apertura e poi raddoppiare con Mezzatesta ed in mezzo il pareggio di Cinti.

CRONACA. Royal in campo con Liuzzo, Fragola, Leone, Mezzatesta, Losurdo. Risponde Coppa D’Oro con Basilici, Sias, Cinti, Stuppino e D’Amico, Dopo un tiro a lato di Sias per le romane inizia lo show di Liuzzo della Royal, e nel giro di un minuto prima si oppone ad un colpo di testa ravvicinato di Stuppino; poi ad un tiro da due passi di D’Amico. Nella Royal entra Linza esce Mezzatesta ma la squadra resta bloccata. Dopo una punizione alta di Losurdo, ancora Liuzzo si immola: prima respinge su Cinti dalla corta distanza; poi su Pettinelli dopo che la Royal perde palla a centrocampo. Entra anche Ierardi nella Royal, ed è proprio la neo-entrata che sembra dare la scossa: smarcata da Fragola sulla sinistra il tiro è deviato in uscita da Basilici. Poco dopo è proprio Fragola a confermare che qualcosa è cambiato: solito assolo dell’esperta calcettista lametina e destro a stamparsi sul palo. Mancano tre minuti alla fine e risale in cattedra Liuzzo, stavolta in scivolata su Stuppino; quindi un sinistro di Cinti ad attraversare lo specchio della porta; e chiude Losurdo per la Royal con Basilici che mette in angolo.

Nella ripresa Carnuccio cambia solo Leone con Malato. Mentre le laziali Bennardo e Mascoli per Stuppino e D’Amico. Parte bene la Royal: rinvio lungo di Liuzzo, testa di Losurdo palla di poco alta. Ma è il preludio al gol: sempre il bomber della Royal se ne va in contropiede, dribbla Cinti e infila Basilici che non trattiene. 1-0 e pubblico in visibilio. Passano venti secondi e la Royal potrebbe raddoppiare: ancora Losurdo tira, devia Basilici; nella stessa azione triangolo Losurdo-Fragola-Mezzatesta, ma la reggina arriva scomposta al tiro di ginocchio. Fase di stanca e si arriva al pareggio laziale: la Royal non chiude sulla sinistra e Cinti ha troppa libertà con un sinistro a metà tra tiro e cross che si infila tra palo e Liuzzo. 1-1. La Royal non sembra accusare il colpo e con Mirafiore prima e Linza dopo impegna Basilici. Ma è Mezzatesta a sfiorare concretamente il bis con un pallonetto a lato. Anche qui preludio al raddoppio: la stessa Mezzatesta è la più lesta a raccogliere la ribattuta di Basilici su primo tiro di Fragola. 2-1 e il PalaSparti esulta. Da qui in poi Coppa D’oro alla ricerca del pari che sfiora con Di Segni da due passi, brava Liuzzo. Risponde Leone di punta, palla a lato. Quindi anche l’entrata di D’Amico quinto di movimento ma è Liuzzo con un rinvio a far gridare al gol a porta vuota. Finisce 2-1 per la Royal tra il tripudio dei tifosi lametini. «Giocare dinanzi a questo pubblico non è facile – spiega mister Carnuccio a fine gara –, le ragazze dopo i primi 10-12 minuti hanno interpretato bene la gara, lavorando bene sulle soluzioni provate in allenamento. Anche perché la Coppa D’oro è squadra molto esperta, capace di non sentire questa pressione e quindi nel primo tempo c’è stata un po’ di sofferenza. Poi nel secondo si è vista un’altra Royal, più tranquilla e sono contento della prestazione di tutte le ragazze. In generale tutte le gare hanno avuto un ritmo alto, questa è una bella vetrina e tutto ciò è molto importante per il movimento. Permettetemi di ringraziare questo pubblico che nei momenti di difficoltà ci ha sostenuto». Presente anche il Ct delle Nazionali maschile e femminile Roberto Menichelli: «Queste Final Eight sono una buona opportunità per vedere le otto squadre con buone partite: tutte equilibrate tranne quella del Real Sandos, con un risultato molto rotondo. Nel complesso si è visto un buon gioco. Fa piacere essere qui in Calabria per un aggiornamento a Vibo con i tecnici calabresi, e qui a Lamezia sono contento di avere visto così tanta partecipazione di pubblico ed è un motivo in più per essere soddisfatti».

Nella altre due gare Angelana-Vis Fondi 2-3 (pt 10’24” Altei (A), 17’17” Colasuonno (F). St 7’30” Palomba (F), 9’58” Saraniti (F); 19’52” Mastrini (A). Real Sandos-Maracanà 7-0 (Reti: 3'38'' p.t. Ferreira (S), 8'43'' Ferreira (S), 10'10'' autorete Ciccioli (S), 3'14'' s.t. Fernandez (S), 7'23'' Fernandez (S), 17'07'' Ziero (S), 18'02'' M. G. Pezzolla (S). Prima semifinale oggi ore 18: Vis Fondi-Real Sandos.

royal esultanza a fine gara