Mostly Cloudy

12°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 85%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

E’ stata convocata per giovedì prossimo, 22 giugno, a partire dalle ore 11, la terza seduta del Comitato di Sorveglianza del POR Calabria FSE FESR 2014/2020, che si svolgerà nel Complesso “Valentianum” di Vibo Valentia.  Numerosi i punti all’ordine del giorno dell’appuntamento dell’organismo partenariale che ha funzioni di vigilanza sull’efficacia e la qualità del programma e costituisce un’occasione di confronto allargato a tutti i soggetti coinvolti nella gestione e nell’attuazione.

oliverio marioA pochi mesi di distanza dall’ultima convocazione - fanno sapere dall’ufficio stampa della Regione Calabria - dunque, un nuovo significativo momento di verifica con i rappresentanti della Commissione Europea, dell’Agenzia per la Coesione, delle Amministrazioni centrali e dagli esponenti del Partenariato istituzionale ed economico e sociale (sindacati, associazioni, università e organizzazioni di categoria).

La riunione annuale del Comitato, presieduta dal presidente della Regione Mario Oliverio, si concentrerà sullo stato di attuazione del Por Calabria, partendo dalla presentazione e l’approvazione della Relazione Annuale di Attuazione 2016 (RAA). L’esame dell’avanzamento del nuovo ciclo di programmazione sarà, poi, articolato in tre specifici focus: depurazione, settore gestione rifiuti e grandi progetti. Questi tre momenti di approfondimento si configurano come elementi di innovazione nella gestione dei Comitati di Sorveglianza poiché consentono alla discussione di andare oltre la mera analisi dello stato di attuazione e di entrare nel vivo delle questioni più rilevanti dell’economia regionale.

«Nello specifico, il Comitato sarà chiamato ad esaminare due temi di particolare rilevanza, come la depurazione ed i rifiuti, in merito ai quali si terranno specifiche informative e le presentazioni dei responsabili dei relativi settori regionali». Proprio sulla depurazione e sulla gestione dei rifiuti è stato avviato un monitoraggio rafforzato che vede coinvolti, oltre all’Autorità di gestione e ai dipartimenti regionali competenti, l’Agenzia per la Coesione, il Ministero dell’Ambiente, la Direzione generla per la politica regionale e la Direzione generale per l’ambiente della Commissione Europea: un’attività che si concretizza nella organizzazione di un confronto serrato, cadenzato con appuntamenti bimestrali e caratterizzato dalla definizione di impegni reciproci,  e l’individuazione di obiettivi e tempi precisi.

«Nel corso del Comitato si farà il punto anche sulle Condizionalità “ex ante” e sul Piano di Azione relativo alla designazione dell’Autorità di Gestione e dell’Autorità di Certificazione e dell’Autorità di Audit. In programma, inoltre, il confronto sullo stato di attuazione del Piano di Rafforzamento Amministrativo e del Piano delle Valutazioni. Uno specifico approfondimento sarà dedicato anche allo stato di attuazione sulla Strategia di Comunicazione. Come già avvenuto per altri eventi, collegandosi al portale sarà possibile seguire la diretta streaming della riunione. Anche questo si attesta come elemento di forte innovazione, all’insegna della trasparenza, per ridurre la distanza tra amministrazione e cittadini».