Sunny

30°C

Vibo Valentia

Sunny

Humidity: 57%

  • Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2017, 14:36:19.

 morti bianche

Non c'è stato niente da fare per Nazareno Bretti, l'operaio 58enne residente a Giussano e domiciliato da tempo a Bellagio nella Brianza, ma originario di Francica, nel Vibonese, che lunedì mattina mentre lavorava nel cantiere di una casa in ristrutturazione è rimasto travolto dalla soletta del solaio che ha ceduto schiacciandolo. 

L’accaduto è stato segnalato alla Procura di Como, dove il pubblico ministero di turno ha aperto un fascicolo per appurare l’esatta dinamica dell’incidente.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco che hanno dovuto scavare tra le macerie per estrarre il corpo senza vita dell’uomo e i sanitari del 118 oltre all'elisoccorso che era stato allertato, ma che nulla hanno potuto fare per aiutare l'uomo. Il 58enne era dipendente di una ditta che stava operando nel cantiere per ristrutturare una casa in piazza Suira, nella frazione di Casate. 

Ancora un incidente sul lavoro che si registra nel Paese, in questo caso una pagina di cronaca lontana dal Vibonese, ma che nel Vibonese giunge con il suo strascico di dolore. Nazzareno Bretti, infatti, era nato a Francica da dove era emigrato 50 anni fa. Nel Vibonese, però, dove l'uomo che lascia tre figli, era amato e conosciuto, risiedono molti dei suoi familiari. Quanti oggi vivono il dolore di una perdita che appare ancora più inspiegabile perché consumatasi sul lavoro. Un dolore che attraversa il Paese per una morte a cui non ci si rassegna.