Mostly Cloudy

12°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 90%

  • Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2017, 22:55:07.

cane veleno NeroneOgni giorno, un’emergenza, la constatazione che qualcosa si è perso nel Vibonese. E si è perso il senso di umanità, di civiltà, in particolare, a Vibo e provincia. Lo sanno bene i volontari dell’Enpa che, ogni giorno, devono fare i conti con la crudeltà e l’inciviltà di chi crede che il randagismo si combatta uccidendo gli animali.

Così, ancora oggi, è un’ennesima storia di barbarie quella che raccontano. La storia di Nerone e della sua compagna uccisa dal veleno lasciato per strada. Nerone è sopravvissuto, lo hanno trovato con la bava alla bocca che cercava aiuto, «la sua compagna morta pochi metri più in là, vittime – denunciano sui social - di gente ignorante... Che risolve le cose uccidendo i più indifesi».

Non sono tutti così, però. E, infatti, se di Nerone adesso se ne stanno occupando i volontari, è grazie ad alcuni ragazzi «che non si sono girati dall’altra parte.. L’eccezione in questa terra – scrivono - Mimmo, Massimo, Sebastiano ed Antonella». A loro dicono «grazie, perché gente come voi ci rincuora». Adesso Nerone è stato portato da un veterinario, «dopo il primo intervento dovremmo aspettare le 24 ore prima di essere dichiarato fuori pericolo». Sperano dall’Enpa, sperano le volontarie che danno il benvenuto in «Calabria e a Vibo Valentia» e invitano tutti i proprietari di cani a stare attenti soprattutto in zona Vena di Jonadi dove è stato trovato veleno sparso.