Clear

2°C

Vibo Valentia

Clear

Humidity: 86%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

 

mangialavori giuseppe nuova 2 2016Le questioni vanno affrontate fino in fondo e nel merito, ma soprattutto alla «sterilità parolaia e censoria del centrosinistra» il consigliere regionale Giuseppe Mangialavori intende fare qualche “appunto”. «Le analisi accigliate, le censorie reprimende che puntualmente si coniugano con la totale sterilità di risultati politici e amministrativi rappresentano – sottolinea Mangialavori - una costante dell’agire politico di chi, con le cose di governo, storicamente, ha poco o nulla a che spartire. Per fortuna tutto ciò non appartiene ai rappresentanti dell’attuale centrosinistra regionale, i cui positivi risultati rappresentano ormai un modello internazionale (rigorosamente non socialista; piuttosto, centralmente democratico). E valga il vero. La situazione dell’Italcementi di Vibo Valentia – spiega ancora - è ben differente dall’attuale vertenza Italcementi/Heildelberg».

Particolare questo che, già nei giorni scorsi, il consigliere regionale di centrodestra aveva rilevato, «come pure era stata evidenziata – sottolinea - la positività di ogni intervento utile a superare lo stallo in cui versano le aree e le popolazioni interessate alle crisi». Ma se la verità va ricercata per l’esponente di Forza Italia non si può omettere «di sottolineare come l’attuale Esecutivo regionale poco ha fatto per la vicenda che interessa il Vibonese. Adesso si chiedono lumi di quale fosse la mia posizione e il ruolo ai tempi della crisi». Una domanda alla quale Mangialavori intende rispondere «senza problemi». In particolare, lo stesso spiega come «all’epoca non ricoprivo la carica di primo rappresentante di un onesto civico consesso; quello del capoluogo. Quanto alle responsabilità del governo regionale di centrodestra al momento della chiusura dell’Italcementi, si omette di fare presente che quell’esperienza era ormai giunta al termine. Non proprio un omaggio alla verità». Da qui, la sua domanda: «Cosa hanno fatto i governi di centrosinistra regionale e nazionale (in piena carica, rispettivamente, da tre e due anni) per la vicenda in questione? E cosa, per il Vibonese? Molto poco fiduciosi, si attendono riscontri».