Clear

20°C

Vibo Valentia

Clear

Humidity: 73%

  • Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2017, 19:48:56.

Il sindaco Elio Costa, il “famigerato” provvedimento di interdizione dell’attività teatrale all’interno del cinema Moderno, «non lo ha mai formalmente ricevuto». Quindi, a seguito delle polemiche che si sono sollevate dopo l’annullamento dello spettacolo del gruppo teatrale amatoriale “La ribalta”, ha deciso di chiamare il comandante provinciale dei vigili del fuoco, Salvatore Tafaro, che ha incontrato proprio questa mattina nel suo ufficio di Palazzo Luigi Razza.

costa elio fascia primo consiglioIl caso, dunque, si arricchisce di un nuovo capitolo. È il primo cittadino di Vibo Valentia, coadiuvato dall’assessore Silvia Riga, a tentare di riportare ordine in merito alla tanto discussa decisione. L’intervento del sindaco, che ci ha raggiunto telefonicamente, fa seguito a quello odierno del comandante Tafaro, inoltrato alle redazioni proprio dopo l’incontro al Comune.

Ma Costa vuole precisare la sua posizione. «Ho convocato la commissione di vigilanza sulle attività culturali e dello spettacolo per domani mattina. All’ordine del giorno abbiamo posto le proposte e le misure equipollenti o alternative all’utilizzo del cinema Moderno, dopo i rilievi dei vigili del fuoco. Preciso inoltre che il provvedimento in questione non è mai pervenuto alla mia attenzione; io ho appreso della situazione soltanto da fattori esterni. Per questo motivo ho convocato il comandante Tafaro ed ho anche sollecitato il titolare del Moderno a presentare istanza per poi convocare la commissione e discutere del caso».

Domani, quindi, una nuova puntata. Con la speranza che tutto possa servire a trovare soluzioni durature e consegnare alla città luoghi adatti a rappresentazioni teatrali e culturali in genere. In attesa del teatro comunale.