Partly Cloudy

15°C

Vibo Valentia

Partly Cloudy

Humidity: 73%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

DepuratoreMongiana

«La cittadinanza di Mongiana vive da alcuni mesi una grave situazione di disagio, dovuta al malfunzionamento del depuratore. Le famiglie che vivono nei pressi della struttura subiscono le conseguenze peggiori, in quanto sono quasi a diretto contatto con il problema».

E’ questa la nuova denuncia del movimento socio-politico “Mongiana cangiante”, che in maniera diretta torna ad attaccare l’amministrazione guidata dal sindaco Bruno Iorfida. «Ci sono momenti però - continua la nota del movimento - in cui i cattivi odori causati dal guasto coprono l’intero territorio comunale. L’area interessata riguarda la cosiddetta “parte bassa” del paese che include anche gli scavi delle Reali Ferriere. L’amministrazione comunale spiegava in seduta consiliare che questo malfunzionamento è causato dall’afflusso di sostanze chimiche nocive, i quali danneggiano fortemente la fauna batterica delle vasche e provocano di fatto l’interruzione dell’azione depurativa dei fanghi. La nostra critica oggi riguarda il fatto che l’azione dell’amministrazione si sia semplicemente limitata alla denuncia fatta presso gli organi competenti. Sia chiaro che condividiamo in pieno la decisione di fare l’esposto alle Forze dell’Ordine, ma pensiamo che non sia sufficiente a dare sollievo alla comunità che chiede interventi immediati da mesi ormai. Per evidenziare la gravità della situazione riferiamo di testimonianze di alcuni cittadini che vivono segregati in casa oppure preferiscono dormire nelle loro automobili».

mongiana cangianteMa il movimento non si limita alla sola denuncia. Parte fondamentale della loro azione politica è la proposta. «Non vogliamo limitarci alla mera contestazione - spiegano infatti dal movimento “Mongiana cangiante” - ma dare il nostro contributo per trovare una celere soluzione al disagio creato. Siamo certi che sia dovere di chi amministra tutelare la salute, ma anche la serenità dei propri cittadini tutti. Famiglie che hanno fatto sacrifici per acquistare o costruirsi delle case nel nostro bellissimo Comune non possono essere abbandonati. Dobbiamo tutti assumerci le nostre responsabilità. Proponiamo che si dia inizio ad uno studio che elimini il problema alla base. Un’attenta valutazione delle condizioni dell’impianto stesso e l’eventuale necessità di interventi strutturali. Immaginiamo che un eventuale ampliamento con elementi che riescano a dividere le sostanze prima dell’immissione nelle vasche principali, possa aiutare a proteggere la fauna batterica e garantire il continuo funzionamento dell’impianto. Rimandiamo ovviamente le dovute conclusioni a tecnici del campo che sicuramente possono dare suggerimenti validi. Contestiamo inoltre lo stato in cui versa l’isola ecologica “provvisoria” al centro di Mongiana, vicino al centro sociale e ai campetti sportivi. Una situazione di degrado che vede montagne di buste esposte alle intemperie e alla mercé di animali che vanno alla ricerca di cibo. Chiediamo con forza -  aggiungono - che, per la tutela del benessere di tutta la cittadinanza, si intervenga immediatamente per eliminare questi disagi. Lo esigiamo con la stessa fermezza con la quale abbiamo insistito per l’intervento su Corso Vittorio Emanuele III. Intervento che in seguito alla nostra protesta è stato realizzato in poco tempo. Ci interroghiamo però, a parte la soddisfazione per questo risultato, come mai non ci sia stata cosi celere risposta alle nostre richieste fatte nelle varie sedute di Consiglio comunale, mentre è bastato un breve comunicato pubblico per spingere ad agire l’amministrazione. Ci auguriamo - concludono - che in merito alle condizioni precarie createsi oggi per il malfunzionamento del depuratore, ci sia una reazione altrettanto immediata. Vogliamo prenderci cura del nostro paese, perché è l’unico posto dove vogliamo vivere».