Mostly Cloudy

19°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 90%

  • Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2017, 20:52:15.

di GIUSEPPE CURRA'

Le critiche indirizzate dall’ex sindaco di Ionadi Caterina Signoretta al programma elettorale di “Ionadi unica” non sono piaciute al capolista Antonio Arena. L’ex primo cittadino, in sostanza, rivendica come già da lei realizzati alcuni punti dell’azione amministrativa proposta dal candidato a sindaco, tra l’altro tacciato di essere poco attento. 

Arena ANTONIO ionadiAffermazioni che oggi portano Arena a sentirsi in dovere di fare alcune osservazioni in merito. «Quanto riportato – afferma rivolto alla Signoretta – lo trovo illogico e privo di contenuto, poiché i punti del nostro programma citati, di cui lei forse vorrebbe avere paternità, ad oggi risultano tutte opere sicuramente necessarie per la collettività, ma alcune in itinere, altre addirittura da finanziare ed altre ancora bloccate da incompletezze procedurali. Mi sarei aspettato, quindi, da parte sua un plauso, ma evidentemente è poco attenta e interessata al bene pubblico. Ciò premesso – aggiunge – ritengo che un buon governo debba necessariamente partire dalle cose in itinere, a prescindere da chi le ha concepite o iniziate, in modo da dare continuità ai programmi esecutivi di opere pubbliche necessarie alla collettività. Qualora così non fosse, significherebbe interrompere in modo ingiustificabile l’iter operativo di un ente con responsabilità non di poco conto. Resto basito del fatto che lei, dopo aver per due anni rivestito la carica di sindaco, non sappia tutto ciò, che quanto richiamato e riportato nel nostro programma non è altro che una procedura responsabile ed obbligata per dare seguito ad un buon percorso amministrativo». A questo punto Arena si chiede «come mai l’ex sindaco non ha fatto nessun commento sul contenuto del programma di qualche altra lista?».

Aggiungendo ironicamente che «a buon intenditore poche parole.  Qualora lei fosse interessata – rimarca a conclusione del suo intervento - la invito a recarsi nella mia segreteria politica, dove avrà modo di approfondire realmente i contenuti del nostro ricco e ambizioso programma elettorale. A priori informo che non replicherò ad eventuali suoi ulteriori articoli strumentali e ricordo, a lei e compagni, che Ionadi in un momento così delicato ha bisogno di stabilità politica e serenità istituzionale»