Mostly Cloudy

19°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 91%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

mileto comune

di GIUSEPPE CURRA'

Piena solidarietà dell’amministrazione alla “Cooper Poro edile Srl”, ditta impegnata nella realizzazione delle Isole Ecologiche di prossimità sul territorio comunale di Mileto, in questi giorni vittima di ben due intimidazioni di carattere presumibilmente estorsivo, annuncio che, salvo intoppi, prima dell’estate l’iter di approvazione del Piano strutturale comunale (Psc) potrebbe essere portato a definitivo compimento, ferma risposta agli attacchi dell’ex opposizione “La Locomotiva”, lanciati di recente a mezzo stampa per l’inoltro alla Regione del progetto di demolizione e ricostruzione della scuola materna di Paravati, sono stati questi i temi toccati dal sindaco Domenico Crupi, al termine del Consiglio comunale svoltosi ieri a Palazzo dei Normanni.

«L’ex consigliere Rosetta Mazzeo - ha chiosato riguardo all’ultimo argomento il primo cittadino di Mileto - faccia meno polemiche. Il Comune ha semplicemente partecipato ad un bando emanato dalla Regione che prevede esplicitamente la demolizione e ricostruzione. L’edificio deve essere adeguato alle nuove normative antisismiche ma, d’accordo anche con i tecnici regionali, si è deciso che è inutile spendere denaro per sistemarlo quando una sua demolizione e ricostruzione ha costi inferiori rispetto al classico adeguamento. L’obiettivo, è non ripetere l’errore commesso per il plesso Morabito, dove alla fine saranno spesi 1 milione e 300 mila euro per completare l’adeguamento, spesa nettamente superiore a quella occorrente per una sua demolizione e ricostruzione».

In precedenza, l’assise consiliare aveva discusso e approvato il Documento unico di programmazione e i Bilanci annuale di previsione e pluriennale 2017-2019. A relazionare sugli importanti documenti finanziari il vicesindaco, nonché assessore al ramo, Francesco Schimmenti. «La “tenace” insistenza dello Stato a ridurre i fondi destinati ai Comuni – ha sottolineato – ci penalizza sempre di più e ci costringe ai classici salti mortali per far quadrare i conti e riuscire, nel contempo, a garantire i servizi indispensabili al nostro territorio. Tanto che è stato difficile mantenere il limite di scadenza imposto per l’approvazione del Bilancio, in attesa di una proroga che alla fine non c‘è stata.  Malgrado le difficoltà - ha aggiunto - anche per quest’anno siamo comunque riusciti a prevedere tutti i servizi essenziali dalle mense scolastiche al trasporto pubblico e, addirittura, ad abbassare i costi della raccolta dei rifiuti, grazie al miglioramento della raccolta differenziata, risparmiando alcune decine di migliaia di euro che ci consentiranno di ridurre del 10% la Tari per le famiglie». L’intervento di Schimmenti si è concluso con l’invito ai cittadini a pagare le imposte comunali, «perché senza entrate è estremamente difficile per chiunque amministri poter offrire i servizi», ed evidenziando le caratteristiche di un Bilancio che, «nonostante le ristrettezze prodotte da una situazione di crisi locale e nazionale e da una politica generale austera, cerca di realizzare le linee programmatiche che il Comune si era poste ad inizio mandato».

Passato all’unanimità il documento finanziario di previsione (e non poteva essere altrimenti visto che la minoranza ha da mesi abbandonato Palazzo dei normanni), l’assise ha proceduto alla discussione e all’approvazione degli altri punti all’ordine del giorno, nello specifico attinenti ai regolamenti per il funzionamento della Commissione comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo e per la disciplina delle attività di sala giochi ed installazione di apparecchi del gioco. Al termine del consiglio, il sindaco Crupi ha relazionato sugli Studi di Microzonazione Sismica e Analisi della Condizione limite per l’emergenza, propedeutici all’approvazione del Psc.