Mostly Cloudy

13°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 84%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

«E’ auspicabile la proposizione di un ricorso in tempi brevi avverso la deliberazione n. 27/2017 adottata il 22 marzo con cui la Corte dei Conti ha bocciato il piano di riequilibrio proposto dal Comune di Pizzo». A chiederlo sono gli attivisti del Movimento 5 stelle di Pizzo, che dopo le dichiarazioni del primo cittadino, Gianluca Callipo, a commento della decisione della Corte dei Conti, riaprono la questione puntando il dito contro l’attuale amministrazione.

pizzo cinque stelle«Il documento della Corte dei Conti - sostengono i pentastellati napitini - dopo aver messo in luce le criticità gestionali ed appurato che la posizione dell'ente è contabilmente errata, ne denuncia chiaramente "le lacune rappresentative delle operazioni di riaccertamento straordinario che non riescono a chiarire in modo risolutivo l'evoluzione del disavanzo d'amministrazione e dell'eventuale maggior disavanzo". Preso atto di ciò e tenuto conto della circostanza che un crack finanziario del nostro Comune, avrebbe effetti deleteri non solo sull'operatività dell'ente, ma anche sulla vita degli stessi cittadini soprattutto sul piano economico-finanziario e sociale causando una serie di ripercussioni o effetti "a cascata" da scongiurare, specie nel momento attuale. Noi non volendo entrare in questo pericoloso gioco di scarico delle responsabilità che, oltre a non essere al momento produttivo, rischia di far perdere la lucidità di azione, che ora è l'unica cosa che conta chiediamo che l'Amministrazione Comunale , nell'ottica della responsabilità , correttezza e trasparenza nei confronti dell'intera città, faccia in modo che tale situazione incresciosa venga chiarita prima della prossima consultazione elettorale». Ma al di la ciò, una cosa, per i grilini, è certa: «Il Comune di Pizzo in questi cinque anni di amministrazione comunale targata PD, non è stata capace di risanare i conti, anzi siamo sull’orlo del dissesto».