Cloudy

11°C

Vibo Valentia

Cloudy

  • Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2017, 17:39:56.

 libertas centro sportivo

Tempo di bilanci anche per il Centro provinciale sportivo Libertas. L’ente, guidato dal presidente Francesco De Caria, ormai protagonista indiscusso per quanto concerne la promozione e diffusione della pratica sportiva in tutta la provincia di Vibo Valentia e, in particolare nella zona del comprensorio delle Serre, continua infatti a crescere costantemente. «Indubbio merito – rileva il presidente De Caria - va alle diverse iniziative in ambito sportivo e in ambito formativo promosse in tutto il territorio provinciale durante l’anno trascorso. Infatti, ampio spazio è stato dato alla formazione, con particolare attenzione alle pratiche di primo soccorso e l’utilizzo del defibrillatore e alla figura del dirigente sportivo, ma non sono mancati i momenti culturali, come la presentazione del libro dell’ex ministro degli Interni Enzo Scotti intitolato “Pax mafiosa o guerra” svoltosi nella sala conferenze di palazzo Chimirri a Serra San Bruno l’8 aprile». In tal senso, il presidente sottolinea come «il settore trainante è stato lo sport con le manifestazioni e gli eventi promossi ed organizzati direttamente dal Centro provinciale o dalle associazioni ad esso affiliate».

Fra i tanti eventi promossi, attenzione De Caria la riserva al torneo di tennis da tavolo, svoltosi nella cittadina della Certosa in estate in collaborazione con l’associazione Sport e turismo e la Pro loco, oltre ai vari tornei di calcio a 5 e alle attività di pallavolo svolte in tutta la provincia e rivolte a tutte le età. Successo, poi, per la prima edizione del Fantacalcio Libertas organizzato dalla Libertas Serra San Bruno. «Non possiamo che essere soddisfatti ed orgogliosi – prosegue De Caria - per quanto fatto e quanto stiamo continuando. A fare la differenza è stato il gioco di squadra. Al 31 dicembre 2015 – sottolinea ancora - al Centro provinciale sportivo Libertas di Vibo Valentia, influenzato da un lungo periodo commissariale, erano affiliate 5 associazioni. Oggi, grazie alla costanza e alla passione dei nostri dirigenti, gente che ama lo sport e crede fermamente nei suoi valori e nei suoi principi, sono ben 23 le associazioni affiliate all’ente dislocate in tutta la provincia con un conseguente aumento del numero degli associati e tante altre associazioni si affilieranno nel mese di gennaio. Un anno ricco di soddisfazioni – ha continuato De Caria - in cui siamo cresciuti enormemente. Attualmente il Centro provinciale Sportivo Libertas di Vibo Valentia, al fine di facilitare i rapporti con le varie associazioni e i vari associati e atleti, dispone di 2 sedi operative. Una sede a Serra San Bruno e una nel centro di Vibo Valentia, quest’ultima ottenuta grazie all’interessamento del maestro Maurizio Migliaccio, componente della commissione ginnastica artistica, e alla generosità e alla disponibilità del dottor Francesco Belsito, presidente e responsabile della neonata associazione sportiva dilettantistica Motus Gym».

Positive, inoltre, le prospettive, anche perché, spiega «sempre più stretti sono divenuti i rapporti con il Coni sia a livello provinciale che a livello regionale: non a caso, il Centro provinciale sportivo Libertas di Vibo Valentia, grazie alla fattiva collaborazione del tecnico Bruno Battaglia, è stato protagonista del progetto Coni Luoghi di Sport svoltosi a Soriano Calabro. Con l’affiliazione della Prociv Augustus Vibo Valentia il Centro provinciale Sportivo Libertas ha un settore Protezione civile, e il presidente Nicola Maria Nucera è in procinto di ricevere direttamente dal direttivo nazionale la nomina di responsabile del settore protezione civile Libertas per tutto il Centro Sud. Con l’affiliazione della Polisportiva Gerocarne, e le prossime affiliazioni riguardanti associazioni di Vazzano, Fabrizia, Arena, San Nicola che hanno già manifestato l’intento di prendere parte ai campionati giovanili di calcio, è cresciuto enormemente il settore calcio. È stato nominato il responsabile del settore ciclismo nella persona di Domenico Giamborino, presidente dell’associazione sportiva dilettantistica J.P. Luxury, che si è subito si è adattato al nostro modo di fare e sta già lavorando per organizzare eventi legati al ciclismo».

Sguardo del presidente, poi, ai problemi del territorio e alle azioni promosse precisando che «diverse sono le strutture sportive completamente abbandonate o non utilizzate che siamo riusciti nell’intento di riattivarle e far praticare sport all’interno di esse. Inoltre – puntualizza - stiamo collaborando con la FIBa (Federazione Italiana Badminton) provinciale e regionale, in particolare con il delegato provinciale Bruno Nardo e con il delegato regionale Adelino Liuzzi, per promuovere e divulgare il Badminton. Si è costituita la Commissione Politiche sociali con componenti di livello quali la dottoressa Raffaella Zangari, la dottoressa Rosa Scidà e la dottoressa e vicepresidente del Centro provinciale Assunta Tassone. Con l’affiliazione dell’associazione officina degli eventi e dei mestieri della presidente Fede Anna Molinari, promotrice ed organizzatrice di diversi eventi ultimo fra tutti il Santa Claus Village svoltosi a Brognaturo il 22 dicembre 2016, si è dato il via alla costituzione della commissione spettacolo».

Per quanto riguarda il 2017, poi, De Caria punta a proseguire nel percorso tracciato: «È molto importante sfruttare al meglio le nostre potenzialità ed in particolare le convenzioni nazionali, a partire dalla convenzione sottoscritta con l’Avis su cui stiamo lavorando già da diverso tempo e che ha portato l’Avis comunale di Serra ad aggregarsi a noi. Ma vi è anche la convenzione sottoscritta con la Uil che porterà ad uno sportello informativo a Vibo e la convenzione con la Confcommercio su cui lavoreremo già nel mese di gennaio. Nella prossima settimana vi sarà la riunione tecnica in merito ai campionati sportivi giovanili di calcio con le varie associazioni. Grazie al nostro interessamento e ala collaborazione del Centro sportivo giovanile Catanzaro Lido – conclude - si svolgerà a Serra San Bruno il progetto Coni-Ragazzi. Un progetto sociale, sportivo ed educativo, promosso da Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute e Coni rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni che ha come finalità l’avvicinamento di questi alla pratica sportiva».