Mostly Cloudy

19°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 71%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

bicinsieme pedalata paravati mileto

Una “pedalata” simbolica tra Mileto e Paravati per accompagnare nel progetto “Cammini e Percorsi” alla riscoperta dei territori. Un’iniziativa alla quale ha aderito il gruppo “Bicinsieme Paesaggi in movimento” di San Costantino Calabro, guidato da Raffaele Mancuso, che con una sua rappresentanza ha risposto presente all’evento. Un’occasione per conoscere e apprezzare le iniziative culturali e sportive del territorio della provincia di Vibo Valentia e che è stata preceduta da un protocollo d’intesa tra la Regione Calabria e l’Agenzia generale del Demanio, volto a favorire il recupero e il riuso del complesso demaniale ex padiglione delle imposte dirette. Complesso che si inserisce nel progetto a rete, legato al tema dello slow travel, all’insegna della scoperta dei territori attraverso circuiti lenti ed una mobilità dolce. Proprio l’immobile, di rilevanza storico-artistica, è stato selezionato in quanto posto sulla ciclovia del sole ed in prossimità del santuario mariano di  Natuzza Evolo a Paravati. 

Insomma, una nuova “stagione” che fa ben sperare anche per la realizzazione di percorsi ciclabili, per cui iniziano ad essere stanziati fondi. In tal senso, dal gruppo “Bicinsieme” rammentano che «la Sardegna l'ha fatto; Liguria, Toscana e Lazio si stanno accordando per presentare un progetto comune di Ciclovia tirrenica; in Puglia la Ciclovia dell’Acquedotto è in fase di progettazione partecipata», mentre in Calabria è un’università che sta studiando in autonomia un progetto di rete cicloturistica regionale, chiamato BiciCal. La domanda, quindi, è: le istituzioni daranno ascolto a questo team?

Da San Costantino Calabro, impegnati sia in ambito sportivo che sociale, nel promuovere la “cultura” dei percorsi ciclabili, come momento di incontro con i territori, con la natura ma anche di socializzazione, la speranza la custodiscono, «quindi – spiega il presidente Mancuso - non ci resta che sperare in un futuro migliore per questa nostra meravigliosa terra, anche dal punto di vista della mobilità dolce, speriamo – ribadisce - si possano fare passi avanti per dare un’opportunità a tutti cicloturisti che vogliono recarsi in Calabria così che possano visitare la meravigliosa regione in sella alle proprie biciclette e avendo un punto di ferimento su cui contare». Ci crede l’associazione Bicinsieme e con questo obiettivo continua a lavorare in prima linea «per esaltare le bellezze di questa meravigliosa terra che è la Calabria».