Mostly Cloudy

12°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 85%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

Si è conclusa con con successo la prima fase del Piano Formativo dell’Ambito Calabria, sotto la guida dell’Istituto Superiore ”Pasquale Galluppi” di Tropea. L’istituto, infatti, nel suo ruolo di Scuola Polo, ha organizzato e gestito la Formazione in servizio di tutti i docenti che rientrano nel raggruppamento definito Ambito Calabria 013, includente, per la maggior parte, le scuole che insistono sulla costa vibonese. Ad essere affrontati i due temi più graditi dai docenti che hanno avvertito come prioritari, per il perfezionamento della loro professionalità, la valutazione degli studenti ed il rafforzamento delle competenze. Tropea formatrice evento

L’itinerario formativo, varato dalla Scuola Polo, ha scelto la modalità definita “blended”, ovvero mista, che ricorre sia alla relazionalità educativa in presenza che a quella a distanza attraverso Piattaforma E- Learning: un complesso insieme di alta tecnologia della comunicazione che consente di seguire e sostenere tanti insegnanti impegnati in compiti di differente natura attraverso la mediazione del P.C. 

«Sembra a tutta prima un paradosso ma questa metodologia permette di personalizzare la proposta formativa nonostante l’elevato numero di partecipanti che hanno l’opportunità di itinerari personalizzati rispondenti ai loro bisogni. Le ore in presenza - ha dichiarato la dirigente scolastica Beatrice Lento, la quale, assieme ai suoi collaboratori, ha accolto 1200 insegnanti di vari gradi e ordini scolastici dell’Ambito in un’ intensa sei giorni di formazione - aggiungono il calore emotivo della condivisione diretta e personale, per cui la formazione è da considerarsi efficace». La location  scelta è stata il  Museo Diocesano di Tropea, che ha assicurato ai professori condizioni ottimali di accoglienza che hanno favorito il successo  degli eventi. Il percorso è all’inizio perché ogni docente dovrà proseguire il suo impegno attraverso le rimanenti fasi che si realizzeranno attraverso le moderne tecnologie comunicative.

«Siamo molto soddisfatti di questa prima fase per l’interesse manifestato dagli insegnanti che si sono espressi con una partecipazione attenta e attiva. L’incontro in presenza, essendo l’esperto formatore un docente di Brescia, ha anche consentito interessanti confronti tra realtà territoriali molto distanti e diverse tra loro. Abbiamo colto tante criticità condivise - ha continuato la Lento - come pure tanti punti di forza comuni o diversi ma  di uguale spessore qualitativo. A tutti è parso evidente che le generalizzazioni sono sempre fuorvianti e che le differenze qualitative non si collegano a questioni di collocazione geografica quanto a differenze sul versante della preparazione e della motivazione dei Professionisti della Scuola. I docenti di Calabria 013 si sono mostrati molto sensibili e desiderosi di crescere per assicurare un’offerta scolastica al passo coi bisogni sempre più numerosi e corposi del nostro complesso tempo. Come direttrice dei Corsi sono molto gratificata dei risultati raggiunti - ha concluso - e sento il bisogno di ringraziare il Gruppo di Supporto della Scuola composto dalla direttrice dei Servizi Ortenzia Calio’, dal referente del Piano, il professore Angelo Stumpo e dalle docenti Giuseppina Tumolo e Maria Domenica Ruffa».