Mostly Cloudy

15°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

  • Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2017, 20:57:55.

Mileto carabinieri scuola.incontro 1

di GIUSEPPE CURRA’

Un incontro teso a sensibilizzare i ragazzi sui valori della legalità e del rispetto reciproco, ma anche per illustrare l’attività di contrasto alla criminalità svolta quotidianamente dalle forze dell’ordine, questi i contenuti dell’incontro svoltosi nei giorni scorsi nei locali dell’Istituto comprensivo statale di Mileto. A fungere da protagonisti, gli alunni delle classi terze della Scuola secondaria di I grado e i Carabinieri, nell’occasione rappresentati dal capitano Piermarco Borettaz, comandante della Compagnia di Vibo Valentia, e dal maresciallo Alessandro Demuru, comandante della locale Stazione.

Introdotto dalla dirigente scolastica Giuseppina Prostamo, che nell’occasione ha sottolineato «come l’Istituto di Mileto stia promuovendo una serie di appuntamenti per sensibilizzare gli alunni nei confronti del volontariato in genere, della donazione e della cultura alla legalità», l’incontro è poi proseguito con l’intervento del capitano Borettaz, che, dal canto suo, ha intrattenuto gli alunni facendo un excursus sull’attività dell’Arma, in modo da far loro comprendere le modalità del servizio svolto giornalmente dai carabinieri, al pari delle altre forze dell’ordine, a tutela del singolo cittadino e della collettività in genere. Nel trattare i diversi argomenti attinenti alla legalità, il capitano della beneamata ha poi ricordato come «già in età adolescenziale l’individuo possa rispondere personalmente di alcuni comportamenti illeciti» e come «eventuali segnalazioni all’autorità giudiziaria possano incidere sulla vita futura della persona».

 Per quanto riguarda la sicurezza stradale, il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, l’alcolismo e l’utilizzo errato di internet, lo stesso ha invece posto l’accento sull’importanza, trovandosi in situazioni di disagio o notando circostanze problematiche che interessano altri coetanei, «di farsi sempre carico di avvisare un adulto, visto che alcuni di questi fenomeni, ormai largamente diffusi tra i giovani, possono essere oggetto di reati», e sulla necessità «di comportarsi sempre in maniera rispettosa degli altri nei diversi contesti della vita». L’incontro si è concluso con un interessante momento di confronto, che ha visto il capitano Borettaz rispondere alle domande poste dagli alunni presenti. 

Mileto carabinieri scuola.incontro 2