Cloudy

11°C

Vibo Valentia

Cloudy

  • Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2017, 17:39:56.

musica vivo generica

È una lettera, per chiedere delle risposte, ma soprattutto per esprimere un disagio che in questi giorni di festa è cresciuto. A prendere carta e penna è stata una cittadina di Vibo, che denuncia una situazione insostenibile «che si è creata in città a seguito di concerti e musica dal vivo, suonata nei locali di ritrovo, in pieno centro cittadino. Questi eventi – scrive - iniziano nella tardissima serata, si protraggono fino alle prime ore del giorno dopo».

In particolare, per la signora «il danno che viene arrecato alla numerosa popolazione che vive nei pressi di questi luoghi è forte e le persone più danneggiate sono gli anziani, i disabili, i bambini e chi si alza la mattina presto per andare a lavorare» e incalza, «anche a notevole distanza dalla sorgente si assiste a vetri che tremano, provocando stati di agitazione e angoscia nelle persone più sensibili». In questo senso, la signora sul perchè «se da un lato, sono stati vietati i botti di Capodanno» dall’altro, «vengono rilasciate autorizzazioni che provocano, nella gente, danni ancor più gravi del singolo mortaretto. La musica live nei locali pubblici, sta diventando una ricorrenza diffusa e non limitata ad un giorno di festa e, se da un lato gratifica le (poche) persone che prendono parte, umilia le tante che vorrebbe riposare e, comunque non, essere disturbate». E denuncia ancora: «Molto spesso sono i condomini oggetto di litigi, in questo caso il disagio è provocato direttamente da pubblici esercenti. Vorremmo capire – conclude - se chi di competenza ritiene corretto autorizzare questi spettacoli e, se contrariamente fossero del tutto senza alcuna autorizzazione».