Mostly Sunny

10°C

Vibo Valentia

Mostly Sunny

  • Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2017, 22:21:20.

zungri grotte 1

Sotto i riflettori, per la sua bellezza, la sua unicità. Il sito rupestre di Zungri ha tanto da raccontare e sono diverse le iniziative che si stanno susseguendo. Per farsi ammirare, ma anche per tutelare e valorizzare l’esistente. Tra gli interventi effettuati, il rimboschimento dell’area, considerato che negli anni passati numerosi incendi avevano lasciato il segno. Un intervento realizzato grazie all’Amministrazione comunale, che ha avviato un piano di risanamento e di riqualificazione dell’intera area che si concluderà nel 2017, e vedrà non solo la ri-naturalizzazione dell’habitat ma anche la creazione di ulteriori percorsi turistici per consentire una maggiore fruizione delle cavità e degli artefatti che costellano l’intero Vallone Malopara.

Nello specifico, nel mese di dicembre, spiega il coordinatore dei lavori Marco Brunetti, «utilizzando le risorse messe a disposizione dalla Regione Calabria e collaborando con il Consorzio di Bonifica, l’Amministrazione comunale ha operato per garantire la messa a dimora di circa 70 piante ad alto fusto e 70 arbustive con lo scopo di ripopolare l’area con le specie autoctone distrutte negli anni passati dai vari incendi». Allo stesso tempo, sottolinea ancora Brunetti, «la piantumazione è stata eseguita, con l’intento di consolidare i terrazzamenti sui quali insiste il sito rupestre e che a causa sempre degli incendi rischiavano il dilavamento da parte degli agenti atmosferici; in questo modo si è cercato di porre un freno all’aumento dei corpi franosi che purtroppo caratterizzano tutto il vallone Malopara». Attività alla quale ha collaborato anche l’Azienda Calabria verde, che ha fornito gratuitamente le piante, e il Consorzio di Bonifica di Vibo Valentia che ha messo a disposizione del Comune una squadra di operai qualificati per il lavoro. E un contributo è giunto anche da aziende private che, «operando sul territorio, si sono sentite coinvolte e hanno deciso di contribuire al circolo virtuoso voluto e messo in atto dal sindaco di Zungri». Nello specifico, la fase di pianificazione, programmazione e coordinazione dei lavori è stata eseguita dalla guida Gae Marco Brunetti, mentre la fornitura dei paletti tutori che assisteranno la crescita delle piante durante i prossimi 2-3 anni è stata gentilmente concessa a titolo gratuito dall’Azienda Boschiva Fabiano Legnami, di Chiaravalle Centrale.

Ridare voce al sito, unico, insomma, il leitmotiv. E di Zungri si è parlato anche fuori dai confini del Vibonese. Nelle scorse settimane, infatti, a Brancaleone nella provincia di Reggio Calabria, durante il convegno sul tema “Dalla preistoria ai giorni nostri” tenuto dal prof. Sebastiano Stranges, promosso dall’associazione socio culturale Pensionati di Brancaleone, il paragone con le grotte di Brancaleone vetus è subito stato affrontato da Stranges con l’esempio di Zungri recentemente visitato con il progetto Kalabria Experience tour lo scorso ottobre, dove «si è visto – hanno sottolineato - un ottimo lavoro di recupero e rilancio del sito archeologico condotto grazie ad un’amministrazione comunale sensibile e all’ottima gestione da parte della dott.ssa Maria Caterina Pietropaolo e volontari che stanno vivendo un periodo di grande rilancio della città rupestre».

Zungri che come un refrain torna nella sua bellezza. Bellezza e attenzione, comunque. E, in tal senso, tante sono le iniziative intraprese nel 2016, sulle quali dal piccolo centro del Vibonese si fa il punto. Grazie ai lavori di riqualificazione, con fondi europei, per una migliore fruibilità del sito rupestre e del Museo, il parco archeologico sta infatti vivendo un momento di grande interesse da parte di studiosi e visitatori. Un sito sempre più conosciuto che sta diventando tappa obbligata per molti calabresi al pari delle maggiori località turistiche. E così anche per molte scuole che hanno inserito nella propria agenda, già da questo autunno, la visita al sito rupestre, affinché diventi argomento di studio e, quindi, una vera e propria lezione didattica. Un’occasione di crescita, quindi, per i ragazzi che per un giorno si trasformano in piccoli archeologi o ricercatori ma anche per quel “villaggio degli uomini trogloditi” che ha tanto da raccontare.

Inoltre, non sono mancate le moltissime visite di gruppi di associazioni culturali, di volontariato, sportive, di bike come di  club di macchine d’epoca o motoraduni, associazioni e gruppi volti alla riscoperta e valorizzazione del nostro territorio.

Le attività all’interno del sito non si sono però interrotte con l’arrivo della stagione invernale. E, infatti, in questi giorni si è dato l’avvio, grazie alla collaborazione tra il Comune di Zungri, Calabria Verde e  Consorzio di Bonifica al progetto di rimboschimento. E gli impegni continueranno anche con i progetti di Alternanza Scuola Lavoro, di apprendimento e formazione didattica, che vedrà protagonisti alcuni Istituti di scuola superiore con cui il Comune di Zungri ha già firmato il protocollo d’intesa. In questo modo il Museo ed il sito rupestre diventano, «non solo luoghi ricchi di storia e di fascino, ma anche attrattori culturali che parlano il linguaggio dei giovani grazie ai nuovi apparati multimediali presenti nel Museo e all’App con cui si riesce a coniugare la nuova tecnologia con un villaggio rupestre risalente a più di mille anni fa ed un Museo della Civiltà contadina che non vuole essere solamente la semplice esposizione di oggetti appartenuti al secolo appena trascorso, ma la memoria storica in cui affondano le nostre radici storiche e culturali. Riuscire a trasmettere tutto ciò alle nuove generazioni è una sfida che l’amministrazione comunale pone come obiettivo prioritario». Infine, l’altra novità riguarda la nomina di coordinatore responsabile, unitamente alla coordinatrice del parco archeologico, con funzioni manageriali per gli eventi socio-culturali da tenersi nell’area archeologica, di Giovanni De Pascali, presidente dell’associazione Art Contest. In questo modo si vuole far diventare il sito archeologico scenario di importanti manifestazioni artistiche e culturali. 

zungri-grotte-2
zungri-grotte-3
zungri-grotte-5
Previous Next Play Pause
1 2 3