Mostly Cloudy

16°C

Vibo Valentia

Mostly Cloudy

Humidity: 88%

  • Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2017, 17:19:52.

migranti

«Papa Francesco, con l’esortazione Evangelii Gaudium, richiama l’intera comunità ad “avere cura della fragilità” aggiungendo: “I migranti mi pongono una particolare sfida perché sono Pastore di una Chiesa senza frontiere che si sente madre di tutti. Perciò esorto i Paesi ad una generosa apertura, che invece di temere la distruzione dell’identità locale sia capace di creare nuove sintesi culturali”. E poi continua con il dire: “Mi ha sempre addolorato la situazione di coloro che sono oggetto delle diverse forme di tratta di persone. Vorrei che si ascoltasse il grido di Dio che chiede a tutti noi: Dov’è tuo fratello? (Gen 4,9). Dov’è il tuo fratello schiavo? Dov’è quello che stai uccidendo ogni giorno nella piccola fabbrica clandestina, nella rete della prostituzione, nei bambini che utilizzi per l’accattonaggio, in quello che deve lavorare di nascosto perché non è stato regolarizzato? Non facciamo finta di niente».

In ragione di questo impegno e in continuità con la sua opera quotidiana, in una fase storica molto travagliata come quella attuale, la Scuola di Dottrina Sociale della Chiesa della Diocesi di Mileto Nicotera Tropea, ha organizzato un dibattito pubblico sul significato concreto di questo impegno sociale nel nostro territorio. Questo pomeriggio, dunque, alle ore 18, in piazza Diaz a Vibo Valentia, si terrà un incontro dal titolo “Immigrazione. Quale cultura dell’integrazione”. Coordinati da don Pasuqle Rosano, direttore dell’Istituto di Studi Religiosi “San Giuseppe Moscati” di  Vibo Valentia, interverranno il sindaco della città Elio Costa, il professore Romeo Salvatore Bufalo, docente Unical e autore di “L’Ospite inquietante. Meticciato e Pensiero Mediterraneo”, e il vescovo Luigi Renzo.